Torino: cosa fare nel capoluogo del Piemonte

Torino è il capoluogo del Piemonte, nel nord Italia.

Città nota per i suoi sontuosi edifici barocchi e per le sue antiche caffetterie; per le sue piazze, musei, parchi e molto altro ancora!

Cosa fare a Torino

  • Visitare almeno uno dei suoi 50 musei.

    Per citarne alcuni: il Museo egizio, il secondo più importante al mondo dopo quello de Il Cairo; il Museo dell’astronomia e Planetario, per quanto riguarda le scienze; e l’ottocentesca Mole Antonelliana, simbolo della città, che ospita le esposizioni del Museo Nazionale del Cinema.
  • Visitare almeno uno dei suoi 49 mercati rionali.

    Fissi, aperti tutti i giorni e dislocati in tutti i quartieri.

    Il mercato più famoso di tutti è Porta Palazzo.

    Inoltre ogni sabato ha luogo il Balon, mercato dell’usato, che la seconda domenica di ogni mese diventa Gran Balon, in cui si vendono anche oggetti di antiquariato.
  • Passeggiare e rilassarsi in uno dei suoi 51 parchi.

    Tra i più grandi vi è il Parco del Valentino, cuore verde della città, sorge lungo le rive del fiume Po.

    Grazie alle sue statue e fontane ed alla sua flora in questo luogo si respira un’aria magica..

..si possono fare simpatici incontri..

..e qui si trova il celebre Borgo Medievale di Torino, allestito per rendere tributo alle antiche tradizioni storiche e culturali della zona.

  • Visitare una residenza sabauda, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

    Tra queste troviamo Palazzo Reale, antica dimora dei duchi e successivamente dei re di Casa Savoia, è la più importante di tutte le residenze sabaude in Piemonte e fu teatro della politica degli Stati sabaudi per circa tre secoli; Palazzo Madama, situato nel vero centro della città, le sue porzioni più antiche risalgono all’epoca romana e fu trasformato in castello durante il Medioevo; Villa della Regina ed altre ancora.
  • Visitare la Cattedrale di San Giovanni Battista.

    Principale luogo di culto cattolico di Torino, celebre in quanto qui vi è custodita la Sacra Sindone.
  • Gustare un caffè o un aperitivo sotto i portici.

    Eleganti e maestosi si sviluppano per oltre 18 km.

    I primi risalgono al Medioevo.


Infine..

  • Partecipare ad un tour notturno.

    Questi tour sono ispirati alle tradizioni letterarie che hanno fatto di Torino una città magica.

    La città infatti è anche conosciuta per la tradizione di magia ed occultismo.

Una piccola curiosità..

Cos’è un toret?
Toret è un sostantivo del dialetto piemontese che significa piccolo toro.
Questo nome viene comunemente usato per indicare la tipica fontanella pubblica della città.

Torino è una città che non ti aspetti.. e che saprà stregarti!

Scopri i dintorni di Torino!

Lascia un commento