Esperienze autentiche da vivere in Sri Lanka

Lo Sri Lanka è per me la terra dei colori. In Sri Lanka c’è il verde delle foglie del tè, l’oro della sabbia, il blu dell’oceano, il rosso del terreno ed il bianco dei sorrisi. Questo affascinante ed esotico Paese in realtà sa accontentare tutti i sensi. Sa sedurre l’anima con la gentilezza del suo popolo, la cultura e l’atmosfera mistica, la vegetazione lussureggiante, gli animali in libertà, le spiagge tropicali ed i tramonti infuocati. In quest’articolo ti consiglio 11 esperienze autentiche da vivere in Sri Lanka che renderanno il tuo viaggio più completo!

1. Fare amicizia con le persone locali e riscoprire la compassione

La parte più bella di un viaggio in Sri Lanka sono sicuramente gli incontri fatti con le persone locali, persone con una compassione radicata nel cuore. Ospitalità calorosa e gesti gentili: ovunque in Sri Lanka ti sentirai accolto con affetto e rispetto. Il modo in cui questo popolo si è preso cura di noi mi ha toccata profondamente, facendomi riscoprire la compassione ed un senso più profondo di umanità. La compassione ci permette di metterci nei panni degli altri e quindi di comprendere le loro sfide, ci aiuta a superare i nostri pregiudizi e sviluppare una maggiore empatia verso gli altri, creando connessioni più autentiche. La compassione ci spinge a tendere una mano a coloro che hanno bisogno d’aiuto: attraverso piccoli gesti di gentilezza possiamo fare la differenza nella vita degli altri.

Coltivare la compassione, e quindi la gentilezza, ci aiuta a crescere come individui, e ci da il potere di cambiare il mondo. Un gesto di gentilezza alla volta può creare un effetto a catena ispirando gli altri a fare lo stesso e quando più persone coltivano la compassione si crea un impatto collettivo che può portare ad un cambiamento positivo su larga scala, contribuendo alla creazione di una società più umana, inclusiva ed amorevole.

esperienze autentiche da vivere in Sri Lanka

2. Mangiare cibo tipico

La tradizione culinaria è una parte fondamentale per la conoscenza di un luogo e di una cultura: non perdere quindi l’occasione di assaggiare le prelibatezze locali! Devi sapere che la cucina singalese è ricca di sapori speziati e risente delle influenze della cucina indiana. Il riso rappresenta una parte importante nella gastronomia dello Sri Lanka e curry, peperoncino e cocco sono tra gli ingredienti principali. Tra i piatti tipici da assaggiare ti consiglio il riso al curry con dhal di lenticchie, il Kottu Roti ed il Gotu Kola Sambol. Se poi, come me, ami i dolci non puoi non assaggiare il Wattalappam! Tra le bevande invece devi assolutamente provare il tè, di cui lo Sri Lanka è uno dei maggiori produttori al mondo.

Tranquillo, mangiare in Sri Lanka è davvero economico. Puoi anche pensare di partecipare ad un tour gastronomico come questo.

cosa mangiare in Sri Lanka

3. Farsi fare un massaggio ayurvedico

Tra le esperienze autentiche da vivere in Sri Lanka c’è quella di farsi fare un massaggio ayurvedico. Si tratta di un’esperienza benefica per mente, corpo e spirito, dalla tradizione millenaria, attraverso l’applicazione di oli naturali e tecniche di massaggio mirate. L’ayurveda è un antico sistema di medicina tradizionale originario dell’India, ampiamente praticato anche in Sri Lanka: sperimentare un massaggio ayurvedico ti consente di immergerti in una pratica che ha radici profonde nella cultura e nella storia del Paese. Questa tipologia di massaggio vuole ripristinare l’equilibrio e la salute del corpo: favorisce il rilassamento muscolare, migliora la circolazione sanguigna, allieva la tensione e lo stress. Esso aiuta anche a riequilibrare le energie vitali presenti nel corpo umano, andando ad armonizzare corpo e mente. Insomma, un’opportunità per rigenerarsi e staccare la spina!

4. Visitare il Dambulla Cave Temple

Il Dambulla Cave Temple è un antichissimo complesso di templi buddisti, nonché uno dei siti archeologici dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco più belli che io abbia mai visitato. Esso è disposto in diverse grotte, in cui si trovano svariati affreschi e statue raffiguranti il Buddha, divinità indù e re dello Sri Lanka. Questo complesso è tuttora funzionante ed è uno degli edifici antichi meglio conservati dello Sri Lanka. Un tesoro culturale dalla storia millenaria, avvolto da un’energia mistica ed intriso di spiritualità: te ne parlo nel mio articolo su cosa vedere in Sri Lanka.

Dambulla Cave Temple

5. Fare un giro in mongolfiera

Ti piacerebbe provare una sensazione di totale libertà mentre fluttui nell’aria? Allora devi fare un giro in mongolfiera! Grazie a quest’esperienza potrai godere di una vista panoramica mozzafiato a 360 gradi ed ammirare la bellezza dello Sri Lanka da una prospettiva unica e spettacolare, mentre silenzio e calma creano un’atmosfera rilassante permettendoti di godere appieno del momento presente. Vedrai, sarà un’esperienza avventurosa che rimarrà per sempre impressa nella tua memoria e scatterai delle fotografie da cartolina. Che aspetti? Prenota qui il tuo giro in mongolfiera! 😉

6. Assistere ad uno spettacolo di danze tradizionali

A Kandy, nel cuore dello Sri Lanka, potrai assistere ad uno spettacolo di danze tradizionali tra cui la Narilatha Dance, la Mayura Dance, la Raksha Dance, la Ves Dance e la danza del fuoco Gini Sisila Dance. Assistere ad uno spettacolo del genere è un’esperienza molto coinvolgente: musiche, costumi, movimenti.. ogni dettaglio racconta una storia e trasmette emozioni. Le danze dello Sri Lanka hanno radici profonde nella cultura del Paese: guardarle è un modo di scoprire l’anima di questa affascinante nazione e di preservare questa forma d’arte e d’espressione.

cosa fare in Sri Lanka

7. Visitare il Tempio della Reliquia del Sacro Dente

Sempre a Kandy si trova il Tempio della Reliquia del Sacro Dente, un luogo sacro che custodisce il dente del Buddha. Quando il Buddha morì, venne cremato ed i suoi quattro canini furono tolti dalle ceneri: questi denti sono le reliquie più venerate del buddismo e quello conservato a Kandy è il quarto canino. Tutte le sere alle 18:30 si tiene una cerimonia e viene aperta la stanza al piano superiore dove è conservata la sacra reliquia. Vicino all’ingresso del tempio, se lo desideri, potrai acquistare dei fiori da donare in offerta al Buddha. Si tratta di un luogo davvero suggestivo: ho percepito una profonda connessione con l’energia che emanava la sacra reliquia, ho sentito risuonare dentro di me la compassione di Buddha e mi sono commossa. Questo è stato uno dei momenti più toccanti dell’intero viaggio.

8. Visitare piantagioni e fabbriche di tè

Come ti dicevo, lo Sri Lanka è il terzo produttore di tè al mondo. Negli altipiani salubri del Paese, annidati sotto una coperta di nebbia argentata, crescono i tè più deliziosi che il mondo abbia mai conosciuto. Le donne scelgono a mano solo i migliori boccioli, che vengono poi lavorati attraverso antiche tradizioni. Vengono prodotte varie tipologie di tè nero, tè verde e raffinato tè bianco e si tratta di un lavoro fatto con amore.

Consigliatissima quindi una visita alle scenografiche piantagioni di tè e ad una fabbrica di tè. Potrai farlo per esempio a Nuwara Eliya, una città circondata da un paesaggio pittoresco, dove l’aria è pulita ed il clima è il più fresco di tutto lo Sri Lanka, con una temperatura media di 16°C. Durante la visita assisterai e comprenderai tutte le fasi di lavorazione del tè e concluderai con una deliziosa degustazione. Oppure puoi dare un’occhiata a questo tour delle piantagioni di tè di Haputale.

9. Ascesa all’Adam’s Peak

L’Adam’s Peak, Picco d’Adamo, è una montagna che raggiunge i 2.243 metri sopra il livello del mare, ritenuta sacra da tutte le religioni presenti in Sri Lanka. Esso è infatti luogo di pellegrinaggio per buddisti, induisti, cristiani e musulmani. Sulla sua vetta si trova un monastero, in cui vi è un’impronta di piede lunga 1,8 metri. Questa è venerata come impronta di Buddha da parte dei buddisti, come impronta di Shiva dagli induisti, come impronta di Adamo da cristiani e musulmani. La salita dura un paio d’ore ed avviene di notte: ammirare l’orizzonte che si estende all’infinito con le montagne e le foreste circostanti che all’alba si dipingono di colori caldi ripagherà ogni tuo sforzo.

L’ascesa all’Adam’s Peak è un’esperienza significativa: salire su questa montagna è un atto di devozione per molte persone. Lungo il percorso incontrerai pellegrini provenienti da tutto il mondo e si creerà un’atmosfera di condivisione e connessione spirituale. Quest’esperienza è anche un’opportunità per concedersi un momento di introspezione, per riconnettersi con se stessi ritrovando la pace interiore. Insomma, l’ascesa all’Adam’s Peak è un’esperienza completa che abbraccia spiritualità, avventura, connessione con la natura e con se stessi.

10. Prendere il treno

Prendere il treno in Sri Lanka è un’esperienza unica ed imperdibile, grazie ai paesaggi pittoreschi che si ammirano durante il tragitto: è un modo meraviglioso di godere delle bellezze naturali del Paese. Viaggiare in treno in Sri Lanka ti permette di immergerti in un’atmosfera autentica, avrai infatti l’opportunità di interagire con le persone del posto ed osservare il loro stile di vita mentre si spostano da un luogo all’altro. Inoltre si tratta di un’opzione davvero molto economica ed i treni sono ben collegati con molte destinazioni. La tratta più famosa è quella che va da Kandy a Nuwara Eliya, in quanto offre i paesaggi più belli dell’intero Paese: il biglietto costa 220 LKR ovvero circa 0,60 euro ed il tragitto dura poco più di 4 ore. Anche la tratta Nuwara Eliya-Ella ha il suo perché ed è più breve!

Consiglio: viaggia in seconda o in terza classe se vuoi goderti i paesaggi con i finestrini aperti e vuoi interagire con le persone del posto. In prima classe i finestrini rimangono chiusi poiché vi è l’aria condizionata.

treno in Sri Lanka

11. Fare un Safari

Quando si sente la parola safari si pensa subito all’Africa, ma in realtà quest’esperienza si può vivere anche in Sri Lanka: quasi il 15% del Paese infatti è area protetta. Ma perché fare un safari in Sri Lanka? Perché qui abitano 91 specie di mammiferi, più di 100 specie di farfalle, 80 di serpenti e 435 di uccelli ed ogni incontro con un animale selvatico è indimenticabile. Perché è un’opportunità per connettersi con la natura più vera, potrai infatti goderti la maestosità dei paesaggi dei parchi nazionali, e perché un safari offre sempre un’esperienza avventurosa ed emozionante. Inoltre le guide naturalistiche esperte condividono informazioni sul comportamento e le abitudini degli animali e ciò favorisce lo sviluppo di una maggiore consapevolezza ambientale. Tra i parchi nazionali più belli trovi:

esperienze autentiche da vivere in Sri Lanka

Se quest’articolo sulle esperienze autentiche da vivere in Sri Lanka ti è stato utile continua a seguirmi per altre idee di viaggio! E per altre informazioni utili ti invito a leggere anche il mio articolo “Viaggio in Sri Lanka: tutto quello che devi sapere“.

Lascia un commento