Visita alla Cittadella e al Castello di Gibralfaro di Malaga

L’Alcazaba, o Cittadella di Malaga, è uno splendido palazzo di epoca musulmana, costruito su una fortezza preesistente di origine fenicia. Si trova alle falde del monte Gibralfaro, sulla cima del quale si trova il Castello di Gibralfaro. Questo complesso è una testimonianza del passato moresco in Andalusia ed è la parte più emblematica e visitata della città. Un vero e proprio tesoro storico e culturale nell’incanto della Costa del Sol! In quest’articolo ti fornisco tutte le informazioni utili sulla visita alla Cittadella e al Castello di Gibralfaro di Malaga, suddivise in 6 paragrafi. Mi raccomando indossa scarpe comode e tieni pronta la tua macchina fotografica! 😉

visita alla Cittadella e al Castello di Gibralfaro di Malaga

1. L’Alcazaba, la Cittadella di Malaga: Introduzione

La Cittadella di Malaga è conosciuta anche con il nome di Alcazaba. Si tratta di un palazzo fortificato dei governanti durante il periodo di dominazione musulmana. Esso fu edificato in una posizione dominante sulla città e risale a più di 1000 anni fa: nel suo periodo di splendore occupava 30.000 mq, con fortificazioni che arrivavano fino al mare. Oggi se ne conservano solo la metà. La sua storia è ricca e complessa: ha subito diverse trasformazioni nel corso dei secoli, rappresentando una miscela affascinante di stili architettonici moreschi e cristiani. Maestose mura, cortili interni e torri da avvistamento: le cose da vedere sono molte e te ne parlo qui di seguito.

2. Cosa vedere nella Cittadella di Malaga

Vi sono due cinte murarie che fungono da vere fortezze. Alla cinta inferiore si accede da una porta a gomito (una tecnica di sicurezza dell’epoca), denominata Torre del Cristo, in quanto conteneva una pala d’altare e venne utilizzata come cappella per molti anni. Questa struttura circonda completamente il recinto superiore, in cui si trova il Patio de Armas (cortile delle armi).

Anche alla cinta superiore si accede tramite una porta a gomito, la Puerta de la Boveda. Questa è seguita dalla Puerta de las Columnas, con due colonne romane con tanto di capitelli provenienti dal Teatro Romano. Nella parte più alta invece si trovano gli appartamenti cortigiani, formati da tre cortili consecutivi.

Il primo, il Patio de los Surtidores (cortile dei getti d’acqua), conserva una fuga d’archi originale dell’epoca dei califfi nei Cuartos de Granada e appartiene al primo palazzo costruito nel XI secolo. Un altro elemento interessante è il Pabellòn de los Arcos Lobulados del Palazzo Taifa, con archi decorativi. Da qui si accede alla Torre de la Armadura mudéjar, risalente al XVI secolo, con un’armatura di legno originale sul soffitto.

Infine c’è il Palazzo musulmano, con la sua struttura particolare che si sviluppa su due cortili. Il primo cortile, il Patio de los Naranjos (cortile degli aranci), da accesso all’interno della zona residenziale. Il secondo, il Patio de la Alberca o del Arrayàn (cortile della cisterna o del mirto), ha una grande cisterna centrale, in cui le acque riflettono la luce del sole all’interno dell’edificio, proprio come uno specchio!

All’estremo nord fu costruita una torre belvedere, da cui si può osservare uno spettacolare panorama su Malaga.

Indirizzo: Calle Alcazabilla, 2. 29016 Malaga

Alcazaba di Malaga

3. Il Castello di Gibralfaro

Il Castello di Gibralfaro, costruito in una posizione strategica sulla collina, fu una delle rocche più inespugnabili del Mediterraneo e visitandolo ti immergerai in un viaggio nel tempo.

Qui troverai un recinto irregolare, costituito da 30 pareti di muraglia disposte a zig-zag e 8 torri di varie forme, costruito per garantire la difesa. All’interno delle mura vi è un centro d’interpretazione, in cui si trova uno spettacolare modellino del complesso Cittadella-Castello di Gibralfaro, che rende perfettamente l’idea della strategia difensiva della città. Vi sono inoltre varie sezioni dedicate ad ogni periodo storico, in cui sono esposti utensili della vita quotidiana delle guarnigioni militari che hanno occupato il recinto lungo la storia.

Dopo aver scoperto la storia di quest’incredibile fortezza, passeggia con calma sul cammino di ronda, per ammirare e godere del panorama più iconico di Malaga, dalla valle all’orizzonte sul mare. La salita può essere stancante, ma la vista da quassù è davvero pazzesca, soprattutto al tramonto. Vedrai, sarai ricompensato con panorami mozzafiato e scorci indimenticabili!

Indirizzo: Camino Gibralfaro, 11. 29012 Malaga

Malaga Castello di Gibralfaro

4. Il Teatro Romano di Malaga

Ai piedi della Cittadella di Malaga si trovano i resti del Teatro Romano, un tesoro archeologico che offre ai visitatori una finestra sulla storia romana in questa città. Esso in passato era un luogo di intrattenimento e spettacoli ed oggi riflette l’influenza culturale che gli antichi romani esercitavano sulla regione. Le sue gradinate semicircolari potevano ospitare fino a 2000 spettatori: oggi è ancora possibile ammirare le gradinate originali. Una tappa imprescindibile per gli appassionati di storia!

5. Orari per visitare la Cittadella di Malaga

Ecco gli orari d’apertura per visitare la Cittadella di Malaga:

  • dal 1 aprile al 31 ottobre dalle 9.00 alle 20.00;
  • dal 1 novembre al 31 marzo dalle 9.00 alle 18.00;
  • chiusura il 24, 25, 31 dicembre e 1 gennaio.

6. Prezzi biglietti per la Cittadella di Malaga

Puoi visitare la Cittadella in autonomia oppure partecipando a un tour gratis con guida. Ma prima devi acquistare i biglietti: qui di seguito trovi tutte le opzioni!

  • Ingresso a un solo monumento: 3,50€
  • Ingresso cumulativo Alcazaba e Castillo Gibralfaro: 5,50€
  • Ingresso ridotto: 1,50€ e 2,50€
  • Ingressi per gruppi: 2,50€ e 4€. Per gruppi di oltre 6 persone consiglio questo tour guidato.


Inoltre ti segnalo che sempre da Calle Alcazabilla, accanto al Teatro Romano, parte il free tour dei belvederi di Malaga.

E dopo una giornata dedicata alla visita di questa fetta di città, immergiti nello splendore del passato vivendo l’antica tradizione dei bagni arabi con un massaggio che rivitalizzerà la tua anima e il tuo corpo presso l’Hammam Al Ándalus! 😉

Esotica Travel Malaga
Buona visita!

Se questo mio articolo sulla visita alla Cittadella e al Castello di Gibralfaro di Malaga ti è stato utile continua a seguirmi per altri consigli ed informazioni di viaggio! Mi trovi anche su Instagram, Facebook e tutti gli altri social media. Trovi tutti i miei articoli dedicati alla Spagna a questo link.

Lascia un commento