Isola di Redang: tutto quello che devi sapere

L’isola di Redang, o Pulau Redang, si trova a circa 45 km a largo della costa di Terengganu nel Mar Cinese Meridionale ed è considerata come una delle isole più belle del pianeta. Questo grazie al suo mare cristallino che pullula di vita sottomarina, alle spiagge di soffice sabbia bianca ed agli scenari da cartolina fatti di baie nascoste incorniciate da una selvaggia natura tropicale. Insomma, Redang è un vero e proprio paradiso terrestre, il luogo perfetto per chi desidera staccare la spina per due o tre giorni dal trambusto della vita quotidiana in città. In questo mio articolo ti fornisco tutte le informazioni utili per aiutarti ad organizzare al meglio il tuo viaggio in quest’esotico angolo di mondo.

Turtle Bay Redang

Quando andare a Redang

Il periodo migliore per andare a Redang è quello compreso tra i mesi di aprile ed ottobre. Io e Vincenzo ci siamo stati ad agosto ed abbiamo trovato temperature alte con un tasso di umidità elevatissimo: l’acqua del mare era calda ed è stato un vero piacere immergersi, fare lunghi bagni e praticare snorkeling. Non ti nascondo che ci sono stati anche dei forti temporali ma solo durante la notte. Due nostri amici invece ci sono stati tra maggio e giugno e dalle loro foto direi che hanno trovato il colore del mare ancora più brillante! Il resto dell’anno invece la maggior parte delle strutture ricettive rimane chiusa, a causa dei monsoni che portano una pioggia abbondate e vento.

isola di Redang

Come arrivare a Redang

Per raggiungere l’isola di Redang hai a disposizione due opzioni: in aereo con un volo interno da Kuala Lumpur oppure in barca dal porto di Kuala Terengganu. In entrambe i casi la tratta dura circa un’ora. Se scegli il volo interno informati bene con la compagnia aerea sulla dimensione e sul peso dei bagagli consentiti.

Come muoversi a Redang

L’isola di Redang è di piccole dimensioni: essa è infatti lunga 7 km e larga 6 km circa. Per spostarti puoi valutare di noleggiare un motorino come abbiamo fatto noi oppure puoi chiedere alla struttura ricettiva in cui soggiorni di accompagnarti in navetta o in barca. Se ami camminare puoi anche pensare di spostarti a piedi ma porta sempre con te acqua da bere ed un repellente per le zanzare, oltre ad un cappello per riparare la testa e gli occhiali da sole per proteggere la vista: il sole è molto forte! Devi sapere che spostandoti per l’isola ti capiterà sicuramente di incontrare animali tra cui anche scimmie e varani: non avvicinarti e non toccarli per nessun motivo, potrebbe essere davvero pericoloso.

Dove dormire a Redang

Le strutture ricettive presenti sull’isola di Redang sono poche e per fortuna direi, è importante proteggere i paradisi terrestri. Detto questo, ti consiglio di prenotare con largo anticipo, soprattutto se viaggi in alta stagione, per garantirti una camera nell’hotel che preferisci e trovare tariffe più convenienti. Una volta arrivato a Redang attendi che la navetta dell’hotel in cui soggiornerai ti venga a prendere.

L’unica struttura di lusso presente sull’isola è il The Taaras Beach & Spa Resort, che si trova in una posizione privilegiata immerso nel verde ed affacciato su una bellissima spiaggia privata.

Un’altra bella struttura e ben servita è il Coral Redang Island Resort.

Se viaggi con un budget basso e non hai grosse pretese ti segnalo il Redang De’Rimba, situato vicino al villaggio locale, ad un ottimo ristorante ed a Turtle Bay.

Se hai molti giorni a disposizione e vuoi visitare più isole puoi pensare di raggiungere le vicine isole Perhentian.

Cosa fare a Redang

Redang è un’oasi di pace adatta a chi cerca relax e contatto con la natura: se quello che cerchi è divertimento notturno allora non è il posto giusto per te! Le attrazioni dell’isola infatti sono le sue spiagge paradisiache. La più bella è Turtle Bay, con un mare da sogno dove facendo snorkeling incontrerai grandi tartarughe. Per raggiungerla dovrai percorrere una stradina che ad un certo punto attraversa un brevissimo tratto di giungla. Noi abbiamo noleggiato un motorino per pochi ringgit, in alternativa puoi chiedere al tuo hotel di organizzare una navetta. Sulla spiaggia troverai dei chioschi improvvisati dove gustare pesce fresco grigliato ed una dissetante acqua di cocco, da bere direttamente dal frutto!


Un’altra bella spiaggia è Long Beach. Anche qui il mare è stupendo e la spiaggia è di sabbia bianca, inoltre facendo snorkeling non è raro avvistare gli squaletti della barriera corallina. La grossa differenza con Turtle Bay è che a Long Beach la spiaggia è circondata da resort che in alta stagione risultano piuttosto affollati.

Redang è anche uno dei siti di conservazione per le specie di tartarughe in via d’estinzione più importanti della Malesia, che giungono fin qui per deporre le uova. Non perdere dunque l’occasione di far visita al Chagar Hutang Turtle Sanctuary.

Inoltre a 30 minuti di barca da Redang si trova l’incantevole isola di Lang Tengah, dove vale la pena fare un’escursione. Altre escursioni a cui potresti partecipare se sei un appassionato del mondo sottomarino sono quelle dedicate al diving. Se non hai portato l’attrezzatura non preoccuparti potrai noleggiarla.

Se ami immergerti nella cultura del posto allora devi sapere che a Redang c’è un villaggio in cui vive la popolazione locale di fede musulmana, una bella moschea e piccoli ristorantini tipici.

Dopo cena goditi il cielo punteggiato di miliardi di stelle!

Cosa mangiare e dove mangiare a Redang

Come dico nel mio articolo su cosa mangiare in Malesia, in cui ti consiglio 17 piatti tipici da provare e che ti invito a leggere, la cucina malese è davvero ricca e cambia in base alla zona. Tra le prelibatezze che troverai a Redang c’è il Nasi Lemak, ovvero il piatto nazionale della Malesia. Immancabile è il Roti Canai, una sorta di piadina sfogliata, croccante all’esterno e morbida all’interno, che viene di solito consumato accompagnato da lenticchie, pollo al curry e svariate salsine, ma lo si può mangiare anche come dolce: io per esempio l’ho assaggiato a colazione accompagnato da latte condensato. Vi sono poi crostacei, molluschi e pesce grigliato, oltre al Curry Mee, un tipo di noodles.

Un ristorante che ti consiglio di provare durante il tuo soggiorno a Redang è l’Aima Grill Fish Restaurant. Esso si trova vicino al The Taaras Beach & Spa Resort ed offre un menù molto vario con piatti tipici a prezzi davvero economici. Noi lo abbiamo adorato ed io da amante dei dolci ho concluso ogni pasto con un delizioso Roti Canai al cioccolato, mentre Vincenzo con un mango succosissimo!

Cosa mettere in valigia

Qui di seguito ti consiglio una lista di cose da mettere in valigia:

  • documenti;
  • soldi contanti;
  • costume;
  • infradito;
  • occhiali da sole: la sabbia bianca è talmente accecante che rende difficile tenere gli occhi aperti;
  • cappello: indispensabile per proteggere la testa dai forti raggi del sole;
  • scarpe da scoglio, per evitare di farti male con coralli o creature marine che si nascondono sotto la sabbia. Io le uso sia per passeggiare sulla spiaggia sia per nuotare;
  • abiti comodi e leggeri, evita i tessuti sintetici. Rispetta sempre le usanze del luogo che visiti, in questo caso ricorda di coprire le spalle e le ginocchia se visiti il villaggio in cui vive la popolazione locale;
  • attrezzatura fotografica ed adattatori universali per la corrente;
  • un buon libro da leggere: io ti consiglio “Succede sempre qualcosa di meraviglioso“;

 I farmaci qui sono difficili da reperire, dunque oltre alle medicine che prendi di solito per sicurezza porta anche:

  • Antibiotico ad ampio spettro
  • Aspirina
  • Antinfiammatorio
  • Antidiarroico
  • Cerotti
  • Disinfettante
  • Fermenti lattici
  • Tachipirina
  • Travelgum, per prevenire nausea e vomito durante gli spostamenti in barca e voli interni

Consigli utili

Concludo quest’articolo fornendoti dei consigli utili da tenere a mente durante il tuo viaggio.

  1. Prendi i fermenti lattici: inizia a prenderli già qualche giorno prima della partenza e continua per tutta la durata del viaggio.
  2. Bevi molta acqua per evitare la disidratazione, bevi solo bibite sigillate ed evita il ghiaccio nelle bibite.
  3. Porta soldi contanti.
  4. Porta sempre con te un repellente per le zanzare e spruzzalo anche su vestiti e zanzariere: alcune zanzare trasmettono malattie davvero pericolose. Puoi utilizzare anche l’olio di cocco, che rende la pelle scivolosa ed impedisce alle zanzare di appoggiarsi su di te.
  5. Utilizza una protezione solare alta ed indossa il cappello per proteggere la testa anche se il Sole si nasconde dietro qualche nuvola. Ci si può scottare anche se il cielo è coperto!
  6. Non toccare mai né i pesci né i coralli, perché sono esseri viventi delicati ed alcuni di loro sono anche velenosi.
  7. Dopo aver fatto l’ultima immersione attendi 24 ore prima di prendere il tuo volo. Così eviterai la formazione di bolle di azoto nel tuo organismo.

Assicurazione di viaggio

Prima di partire stipula un’assicurazione di viaggio. Essa ti offre protezione finanziaria in caso di imprevisti durante il viaggio, garantendoti una maggiore tranquillità e sicurezza. Trovi tutte le informazioni utili sull’argomento nel mio articolo a questo link.

Se questo mio articolo sull’isola di Redang ti è stato utile continua a seguirmi per viaggi sempre nuovi! Mi trovi anche su Instagram, Facebook e tutti gli altri social 😉 Trovi tutti i miei articoli dedicati alla Malesia a questo link.

Lascia un commento