Zanzibar: le migliori spiagge di sabbia bianca

Zanzibar.. mi ha rapito il cuore!

Mi sono innamorata delle sue soffici e bianche spiagge che sembrano distese infinite di borotalco e delle sue calde acque di un azzurro brillante che lascia senza fiato; della sua vegetazione tropicale così verde e vivace fatta di palme talmente alte che sembrano toccare il cielo e dei suoi gustosissimi frutti tropicali; dell’odore delle spezie che profuma l’aria e dei suoi animali esotici; ma soprattutto della gentilezza e della simpatia della sua gente che mi ha scaldato il cuore e con cui ho trascorso momenti di spensieratezza e di pura gioia!


Questa splendida isola tropicale, situata nell’Oceano Indiano a largo della costa orientale dell’Africa, vanta numerose spiagge, tutte di finissima sabbia bianca e tutte meravigliose.

La costa nord

Lungo la costa nord dell’isola si trova la spiaggia di Nungwi, uno dei centri più attivi di costruzione dei dhow, le tipiche imbarcazioni da pesca di Zanzibar.

Negli anni è diventata una meta turistica rinomata con un’ottima offerta di alberghi e ristoranti.
Inoltre da poco vi è stato aperto un piccolo acquario che ospita tartarughe marine.

Passeggiando verso sud si incontra la spiaggia di Kendwa.

Entrambe le spiagge sono poco soggette all’effetto delle maree, quindi si può godere delle loro calde acque di un azzurro maldiviano a tutte le ore del giorno.

Da questa parte dell’isola si ammira uno splendido tramonto africano che, con tutte le sue sfumature di rosso, crea un’atmosfera calda ed indimenticabile!


A nord-est vi è la selvaggia spiaggia di Muyuni, un vero paradiso dove si può ancora godere della spiaggia e del mare allo stato puro.

Di fronte ad essa si trova l’atollo di Mnemba in tutto il suo splendore!


La costa est

La costa est di Zanzibar risente maggiormente del fenomeno delle maree.

La bassa marea e l’alta marea si alternano ogni 12 ore circa, creando suggestivi scenari diversi ogni giorno, un vero spettacolo della natura!


Si può approfittare della bassa marea per fare lunghe passeggiate, usando le scarpette da mare, oppure per organizzare partite di calcio, formando squadre improvvisate con la gente del posto che ama particolarmente questo sport!


In questa parte dell’isola non è raro vedere pescatori e “mami“, le donne del luogo, mentre raccolgono le alghe.


Tra le spiagge più rinomate della costa est vi sono Kiwengwa..


..e Uroa!


La costa sud

Vento costante e fondali bassi.. queste due caratteristiche rendono la costa sud di Zanzibar il posto ideale per gli amanti del kitesurf, in particolar modo la spiaggia di Paje, che negli ultimi anni si è affermata a livello mondiale!


Un’altra spiaggia degna di nota presente lungo la costa sud è quella di Jambiani.

Da sempre è un villaggio dedito alla coltivazione delle alghe e con le sue maree offre paesaggi straordinari!


Tra le spiagge di Pingwe e Dongwe si trova il famoso The Rock:
ristorante di pesce costruito sulla roccia, raggiungibile a piedi con la bassa marea ed in barca con l’alta marea.

La costa ovest

Lungo la costa ovest dell’isola vi sono zone frastagliate dove la roccia corallina non da spazio alla spiaggia e per questo motivo qui il turismo è meno sviluppato.

La zona di fronte a Kizimkazi, raggiungibile in barca, è ideale per fare immersioni e snorkeling; essa è inoltre famosa per i frequenti avvistamenti di delfini.


Topless?

Il topless a Zanzibar è vietato in tutte le spiagge, in quanto è un Paese musulmano.

Chi sono i Beach Boys?

I Beach Boys sono ragazzi del posto di fede musulmana, che in spiaggia cercano di vendere ai turisti escursioni, schede telefoniche, souvenir (come ad esempio targhette in ebano con scolpito il nome che si preferisce) e tanto altro.

..e i Masai?

I Masai invece provengono dalla Tanzania continentale e sono di fede cristiana.
Anche loro aspettano in spiaggia e cercano di convincere i turisti ad entrare nelle loro capanne con negozietti tipici di artigianato gestite da loro.

Il consiglio, sia con i Beach Boys sia con i Masai, è quello di trattare il prezzo!
Loro inizialmente propongono prezzi davvero alti, ma con un po’ di pazienza si riesce a scendere di molto.

Possono sembrare parecchio insistenti, ma alla fine vi faranno sorridere con i nomi italiani che si sono dati per risultare più simpatici ai turisti.
Conoscerete per esempio Marco Polo, Carlo Magno, Giorgio Armani 🙂

Ma com’è il clima a Zanzibar?

Il clima di Zanzibar è tropicale, con temperature elevate tutto l’anno, che raggiungono anche gli oltre 30 °C.

Il sole picchia forte, per questo è consigliato l’utilizzo di una crema solare protezione 50 e di un cappellino!
Essendo vicino all’equatore, ci si può scottare anche in una giornata in cui il cielo è coperto dalle nuvole.


Presenta due stagioni delle piogge: la maggiore tra marzo e giugno, mentre la minore tra ottobre e dicembre; durante queste due stagioni umide sono frequenti improvvisi e bruschi temporali.


Scopri la storia e la cucina di Zanzibar.

Leggi quest’articolo se vuoi saperne di più sulla nostra prima volta nel cuore dell’Africa

Scopri tutte le escursioni da fare a Zanzibar

Conosci Stone Town, la capitale di Zanzibar!

Lascia un commento