Cosa vedere a Castroreale in un giorno

Castroreale, o Castru come dicono gli abitanti del posto, è un piccolo borgo in provincia di Messina. Esso fa parte del circuito de I borghi più belli d’Italia grazie alle sue bellezze storiche, artistiche e naturali. Una gemma nascosta che incanta i visitatori con la sua autenticità, panorami mozzafiato e ricchezza culturale. Oggi il borgo è composto da tre frazioni: Castroreale, Bafia e Protonotaro ed io ne sono affezionata. È qui che i miei nonni abitano, i miei genitori sono cresciuti ed io ho trascorso per 20 anni le mie vacanze estive. Se chiudo gli occhi riesco a vedere le stradine strette e ripide, a sentire il profumo della macchia mediterranea ed il silenzio che avvolge ogni cosa. Si tratta di un luogo che mantiene l’aura antica, come se il tempo si fosse fermato. In quest’articolo ti svelo cosa vedere a Castroreale in un giorno e cosa mangiare di tipico!

La storia di Castroreale

Prima di scoprire cosa vedere a Castroreale in un giorno è interessante conoscere la sua storia. Castroreale fu fondata nel 1324 dal Re Federico II d’Aragona come fortezza contro una possibile invasione. Con il tempo divenne un importante centro culturale, amministrativo e capoluogo del distretto e tra il ‘500 e il ‘600 divenne talmente ricca da essere promotrice di numerose opere artistiche volte ad adornare le chiese. A causa di terremoti ed eruzioni vulcaniche il borgo perse una grande parte di popolazione e numerosi casali, che prima erano dipendenti dal comune ed oggi sono indipendenti.

cosa vedere a Castroreale in un giorno

Cosa vedere a Castroreale in un giorno

Castroreale è un borgo ricco di cose da vedere:

  • Duomo di Santa Maria Assunta colmo di opere d’arte ed il Belvedere di Piazza delle Aquile caratterizzato da una maestosa fontana centrale. Da qui si gode di uno splendido panorama che si estende da Capo Milazzo, Tindari fino alle isole Eolie. 
  • Torre di Federico II, unico residuo del Castello di Castroreale, costruito nel 1324 per volere di Federico II d’Aragona. Dalla sua sommità è possibile, nelle giornate limpide, ammirare le isole Eolie.
  • Chiesa della Candelora, ai piedi della Torre di Federico II, che fu eretta nel XIV secolo per essere la cappella del Castello. Si caratterizza per una cupola di influenza araba, un maestoso portale, una tribuna in legno intagliata e indorata d’oro zecchino. L’altare maggiore è una magnifica espressione dell’artigianato artistico messinese d’epoca barocca. Il 2 febbraio si celebra la Festa della Candelora con la processione della Madonna e la benedizione delle candele.
  • Chiesa di Sant’Agata, conosciuta come Chiesa del Cristo lungo (U Signuri Longu in dialetto locale). Il Crocifisso, considerato con immensa venerazione dagli abitanti, in agosto viene portato in processione per la festa in suo onore, montato su un palo alto 13 metri. La festa nacque nel 1854 in seguito ad un miracolo avvenuto durante un epidemia di colera che minacciò Castroreale. 
  • Museo Civico, che sorge nella sede della Chiesa di San Filippo Neri e raccoglie reperti provenienti dalle chiese di Castroreale dal XV al XX secolo.
  • Museo della Moto, un’esposizione delle due ruote d’epoca che copre un secolo e comprende pezzi di valore mondiale.
  • Quartiere ebraico con ruderi di una sinagoga.
  • Planetario di Castroreale, un simulatore della volta celeste dove potrai riconoscere corpi celesti e costellazioni. Potrai inoltre osservare il cielo come si presentava migliaia di anni fa o come apparirà in futuro. 

Cosa mangiare in Sicilia: prodotti tipici di Castroreale

Si sa, la Sicilia è famosa per tante cose, tra cui il cibo e i dolci in particolare. Ogni angolo siciliano ha i propri prodotti tipici e anche Castroreale ha i suoi! Tra le tipicità di Castroreale c’è u Biscottu Castricianu, un prodotto di antichissima tradizione. Esiste sia nella versione morbida sia nella versione dura, e viene accompagnato da un’immancabile granita al limone. Una vera delizia per il palato! Vi sono poi il Riso Nero di Castroreale, un dolce tradizionale natalizio, e le fraviole di ricotta, una specialità di Carnevale che mia madre e le mie nonne mi preparavano sempre con tanto amore.

NOTA BENE: per raggiungere Castroreale è necessario avere a disposizione un mezzo proprio. Puoi noleggiare un’auto a questo link.

Se quest’articolo su cosa vedere a Castroreale in un giorno ti è stato utile continua a seguirmi per altre informazioni utili di viaggio. Mi trovi anche su Instagram, Facebook, TikTok e tutti gli altri social. A questo link invece trovi tutti gli articoli del mio blog. 😉

Lascia un commento