Come visitare Angkor: tutto quello che devi sapere

L’area di Angkor è il sito archeologico più grande ed importante non solo della Cambogia, ma dell’intero sud-est asiatico. Qui, immersi nella giungla, si trovano centinaia di templi e santuari induisti e buddhisti, inseriti nella lista dei patrimoni dell’umanità dall’Unesco nel 1992. Si tratta di luoghi sacri di estrema bellezza, dalla maestosa architettura con intricatissimi dettagli scolpiti e con le radici degli alberi che si arrampicano sulle loro mura. Un esotico angolo di mondo colmo di meraviglie da scoprire che mi ha letteralmente conquistata, entrando dritto nel mio cuore e lasciandomi dolci ricordi. In quest’articolo su come visitare Angkor ti fornisco tanti consigli ed informazioni utili in modo che tu possa organizzare al meglio il tuo viaggio.

Angkor Wat, Angkor Park e Angkor: facciamo chiarezza

Voglio iniziare quest’articolo su come visitare Angkor facendo chiarezza, perché nel nominare Angkor troppo spesso si crea confusione. Angkor Wat, Angkor Park e Angkor,sono tre cose ben diverse. Angkor Wat è il più grande monumento religioso del mondo costruito circa mille anni fa. Il tempio si trova all’interno dell’immensa area archeologica Angkor Park. Con la sola parola Angkor invece si indica l’intera regione.

alba ad Angkor Wat

Biglietti per Angkor

Per visitare i templi di Angkor sono disponibili i biglietti da 1 giorno, da 3 giorni o da 7 giorni: puoi acquistarli online a questo link. In realtà potresti anche acquistarli in biglietteria una volta arrivato, ma te lo sconsiglio perché potresti stare ad aspettare a lungo sotto il sole con temperature elevate. Acquistandoli online risparmierai fatica e soprattutto tempo prezioso!

Inoltre penso che sia un peccato fare il biglietto da un giorno solo: le cose da vedere sono davvero tante e sono tutte di straordinaria bellezza. Io e Vincenzo abbiamo optato per il biglietto da 3 giorni e si è rivelata una scelta più che azzeccata! Angkor è decisamente uno dei luoghi più belli visti in tutti questi anni di viaggi nel mondo e dedicare più giorni alla sua visita è la scelta migliore che puoi fare! Scopri il nostro itinerario di 3 giorni a questo link.

Come spostarsi ad Angkor tra un tempio e l’altro

Come ti ho anticipato, Angkor Park è il sito archeologico più grande ed importante non solo della Cambogia, ma dell’intero sud-est asiatico, e si estende su 400 km². I templi da visitare sono enormi e lontani tra loro: attraversare la giungla a piedi in questo caso non è una buona idea. Qui di seguito trovi i modi migliori di spostarti tra un tempio e l’altro.

  • In tuk-tuk, il mezzo di trasporto simbolo del sud-est asiatico e molto economico. Mi raccomando contratta il prezzo con l’autista all’inizio.
  • Con un tour guidato: secondo me, questa è l’opzione migliore. Ne vengono organizzati diversi, io e Vincenzo abbiamo partecipato al tour privato di 3 giorni dei templi di Angkor a questo link e ci siamo trovati benissimo. La nostra guida Hoeung Phou, un cambogiano parlante italiano, ci è venuta a prendere in hotel ogni mattina per poi riaccompagnarci nel tardo pomeriggio. Con lui ci siamo trovati davvero bene, con lui Angkor non ha segreti! Hoeung Phou ci ha raccontato la storia di ogni luogo che abbiamo visitato e ci ha narrato antichissimi miti, facendoci notare dettagli a cui da soli non avremmo fatto caso. Consigliatissimo dunque visitare Angkor accompagnati da una guida, a cui poter fare tutte le domande che vuoi. Inoltre tutte le volte che tornavamo in auto dopo aver visitato un tempio, l’autista ci forniva un asciugamano rinfrescante ed una bottiglietta d’acqua fresca. Esistono anche il tour di 2 giorni ed il tour di 1 giorno, ma per me quello di 3 giorni rimane il più completo.
come visitare Angkor

Regole da rispettare

Angkor Park è un’area che custodisce templi e santuari tuttora attivi e frequentati dai monaci. Si tratta di luoghi sacri e spirituali: per questo motivo ti raccomando di rispettare le regole che ti riporto qui di seguito.

  • Indossa abiti adeguati che ti coprano spalle e ginocchia e che non siano né scollati né trasparenti.
  • Non toccare i monumenti e non arrampicarti su di essi. Si tratta di rovine millenarie ed è importante ridurre al minimo l’impatto durante la visita.
  • Si tratta di luoghi sacri dove le persone vanno a pregare e a meditare: non gridare!
  • Non fumare e non gettare rifiuti per terra. I templi si trovano immersi nella giungla: evita di provocare incendi.
    NOTA BENE: sono vietate anche le sigarette elettroniche.
  • Proteggiti: non entrare nelle aree in fase di restauro, è pericolosissimo.
  • Non comprare nulla dai bambini e non regalare loro soldi: li incoraggeresti a mendicare e a non frequentare la scuola! Non dare loro neanche caramelle o dolcetti perché le loro famiglie sono povere e non possono permettersi un dentista.
  • Non toccare e non fare foto ai monaci senza chiedere prima loro il permesso.

I templi più belli da visitare ad Angkor

Ad Angkor sono presenti centinaia di templi induisti e buddhisti, alcuni sono ben conservati mentre di altri se ne conservano solo le tracce. Di seguito ti svelo quali sono i luoghi più belli da vedere qui:

  • Angkor Wat, il più vasto edificio religioso del mondo, la cui effigie stilizzata compare nella bandiera cambogiana. Il momento più magico per vederlo è l’alba: ammirare il sole sbucare da dietro quest’enorme tempio non ha prezzo!
  • Ta Prohm, dove le radici degli alberi abbracciano i muri. Questo tempio è diventato famoso dopo aver prestato la sua bellezza al set del film Tomb Raider;
  • Tanei Temple, un tempio sconosciuto ai più;
  • l’antica città di Angkor Thom ed i suoi templi di Bayon e Baphuon;
  • il monastero di Banteay Kdei;
  • il tempio delle donne Banteay Srei e il Banteay Samré;
  • Bakong, Lolei e Preah Ko, ovvero i templi più antichi della zona.

Approfondisco nel mio articolo sui 10 templi di Angkor più belli da visitare.

Ta Prohm

Dove soggiornare per visitare Angkor

Per visitare Angkor la cosa migliore da fare è soggiornare a Siem Reap: qui troverai strutture ricettive per tutti i gusti e per tutte le tasche. Io e Vincenzo abbiamo soggiornato presso Ladear Angkor Boutique e ci siamo trovati bene. Una bella struttura, pulita e dotata di tutti i comfort (come il servizio lavanderia), oltre ad un personale accogliente, cordiale e disponibile. Questa struttura mette a disposizione degli ospiti anche una piscina, un ristorante ed un centro benessere dove lasciarsi coccolare. Noi ci siamo concessi un massaggio khmer con erbe tradizionali calde: stupenda esperienza, consigliato!

Trovi altri hotel a Siem Reap a questo link.

Dove soggiornare a Siem Reap
dove alloggiare a Siem Reap

Cosa fare la sera a Siem Reap: Pub Street

Se ti stai domandando cosa fare la sera a Siem Reap, sappi che la risposta è solo una: andare a Pub Street, la via più turistica e commerciale della zona. Qui potrai gustare deliziosi piatti khmer nei vari ristoranti oppure lo street food delle bancarelle, e potrai fare dei veri affari contrattando sul prezzo mentre acquisti dei souvenir in ricordo di questo viaggio già di per sé indimenticabile. Un ristorante che voglio assolutamente consigliarti è Mesa Restaurant: un locale accattivante dove deliziare il palato con squisiti piatti khmer, tra cui l’Amok, piatto nazionale della Cambogia.

Scopri cosa mangiare in Cambogia nel mio articolo a questo link.

cosa mangiare in Cambogia

Quando andare in Cambogia

In Cambogia il clima è tropicale, con umidità e temperature elevate tutto l’anno. Si possono distinguere principalmente due stagioni: quella secca e quella delle piogge. La stagione secca inizia da metà novembre fino ad aprile, mentre il resto dei mesi sono considerati come stagione delle piogge. Io e Vincenzo siamo stati a Siem Reap ad agosto, quindi in piena stagione delle piogge, ma di pioggia ne abbiamo vista davvero poca: giusto un acquazzone di mezz’oretta al giorno, che ha rinfrescato leggermente l’aria. Viaggiando in questo periodo abbiamo trovato una vegetazione rigogliosa, meno gente, ed essendo bassa stagione anche prezzi più bassi.

Angkor Thom

Come visitare Angkor: altri consigli

Concludo quest’articolo su come visitare Angkor dandoti altri consigli che potrebbero esserti utili.

  • Per visitare i templi nel parco archeologico di Angkor indossa, oltre ad un abbigliamento adeguato di cui ti ho parlato sopra, anche scarpe comode ed un cappello per proteggerti dal sole.
  • Porta con te dell’acqua da bere ed una tovaglietta per asciugare il sudore (il tasso di umidità è davvero molto alto e le temperature sono molto elevate).
  • Controlla le previsioni meteo: se è prevista pioggia assicurati di portare un ombrello ed un k-way, se c’è il sole porta la crema solare.
  • Non toccare gli animali. Durante la tua permanenza potresti incontrare ragni velenosi, serpenti, pipistrelli, scimmie ed insetti: alcuni sono velenosi, altri portatori di malattie. La nostra guida Hoeung Phou alla vista di un ragno nero, enorme e peloso, ci ha detto di allontanarci immediatamente!
  • Spruzza anche sui vestiti un repellente per zanzare: le zanzare qui sono portatrici di alcune malattie pericolose per la salute.
  • Prima di partire stipula sempre un’assicurazione di viaggio. Essa ti offre protezione finanziaria in caso di imprevisti durante il viaggio, garantendoti una maggiore tranquillità e sicurezza.
scimmie ad Angkor


Se questo mio articolo su come visitare Angkor ti è stato utile o vuoi farmi delle domande, lasciami un commento qui sotto. E continua a seguirmi per altre idee e consigli di viaggio! 😉

Lascia un commento