La Gomera: tutto quello che devi sapere

La Gomera è una tra le più piccole delle isole dell’arcipelago canario, un vero angolo di paradiso per chi ama la natura autentica. Qui suggestive scogliere sembrano toccare il cielo, maestose montagne si incontrano con spiagge nascoste e le valli sono ricoperte da boschi rigogliosi. Paesaggi mozzafiato e aria pulita: non è un caso infatti che quest’isola sia stata dichiarata Riserva della Biosfera UNESCO! In quest’articolo ti fornisco tanti consigli ed informazioni utili per aiutarti ad organizzare al meglio il tuo viaggio a La Gomera: preparati quindi ad immergerti in un mondo di splendore e a vivere un’avventura indimenticabile!

Quando andare a La Gomera

La stagione migliore per visitare La Gomera è la primavera, quando è tutta in fiore. Ma puoi visitarla tranquillamente anche durante il resto dell’anno grazie al suo clima subtropicale che regala piacevolissime temperature primaverili in ogni periodo. Questo vale per tutte le isole dell’arcipelago delle Canarie!

Come arrivare a La Gomera

Puoi raggiungere La Gomera in aereo facendo scalo a Tenerife o a Gran Canaria per poi continuare con un volo interno. In alternativa puoi prendere un traghetto dal sud di Tenerife che parlando di prezzi conviene. Se invece vuoi dedicare a La Gomera poco tempo puoi valutare di partecipare ad un’escursione in giornata da Tenerife.

Come muoversi

Per muoverti a La Gomera potresti utilizzare gli autobus, ma io ti consiglio di noleggiare un’auto, così potrai visitare tutte le bellezze che l’isola offre in totale libertà, seguendo i tuoi ritmi e fermandoti ogni volta che vuoi per scattare delle foto in ricordo di questo indimenticabile viaggio. Per il noleggio auto ti consiglio di dare un’occhiata a DiscoverCars a questo link. Si tratta di un comparatore di prezzi tra più di 500 compagnie che ti trova le migliori opzioni a parità di veicolo e date. Mi raccomando prenota l’auto online in anticipo di diversi mesi, così avrai tutto il tempo da dedicare alle ricerche, verificare e confrontare con calma condizioni e prezzi, e quindi scegliere meglio il tipo di auto da noleggiare. Non ridurti all’ultimo minuto per noleggiare l’auto, perché troverai prezzi più alti e poche auto disponibili.

Tranquillo, noleggiare un’auto alle Canarie è davvero conveniente: l’arcipelago gode di un regime fiscale speciale e anche il prezzo della benzina è più basso rispetto ad altre località europee. Le regole stradali sono simili a quelle italiane ed uguali a quelle del resto della Spagna. Ti consiglio anche l’app Maps.me che ti permette di scaricare le mappe sul tuo cellulare per consultarle anche quando sei offline.

Dove soggiornare a La Gomera

La zona più turistica ma anche la migliore in cui soggiornare a La Gomera è Valle Gran Rey: qui il sole splende praticamente sempre ed è la zona che offre più servizi. In alternativa puoi valutare anche la località di San Sebastian de la Gomera. Trovi i migliori hotel a La Gomera a questo link.

Cosa assaggiare

Tra i prodotti tipici da assaggiare durante la tua visita a La Gomera ci sono sicuramente i formaggi di capra, il miele di palma, le papas arrugadas e le salse mojo. Ma il pezzo forte è l’Almogrote Gomero, ovvero un paté da spalmare sul pane composto da formaggio di capra super stagionato, peperone rosso e aglio.

Papas arrugadas con salse mojo
Papas arrugadas con salse mojo

Cosa vedere a La Gomera

L’isola di La Gomera offre una grande varietà di attrazioni, per lo più naturali, che meritano di essere esplorate. Qui di seguito ti svelo le 8 cose da vedere assolutamente durante il tuo viaggio.

1. San Sebastian de La Gomera

Iniziamo da San Sebastian de La Gomera, ovvero il piccolo capoluogo dell’isola che conserva ancora oggi vari edifici storici. Proprio qui Cristoforo Colombo fece sosta prima di proseguire per l’America: per conoscere meglio la storia e le bellezze di questa località ti consiglio di partecipare ad un free tour!
Inoltre devi sapere che è proprio da San Sebastian de La Gomera che parte il traghetto per Tenerife.

2. Valle di Hermigua

La Valle di Hermigua, che si trova in una gola fertile dove la natura è davvero rigogliosa, è conosciuta per le sue piscine naturali e per la sua spiaggia nera. In questa zona si trova anche il Parque Etnográfico de La Gomera, un museo sulla vita ed i costumi degli abitanti dell’isola, oltre a ristoranti e qualche edificio storico.

3. Vallehermoso

Vallehermoso, storicamente centro economico dell’isola, è caratterizzata da diversi esempi di architettura tradizionale ed è il luogo perfetto dove assaggiare i prodotti tipici. Qui vicino si trova Playa de Vallehermoso, una spiaggia dove potersi rilassare in tutta tranquillità.

4. Monumento Natural de Los Organos

Il Monumento Natural de Los Organos, una spettacolare formazione rocciosa costituita da colonne verticali che ricordano i tubi di organo di una chiesa. Queste colonne di magma che scendono a picco sull’oceano sono un attrazione naturale accessibile solo in barca e solo se le condizioni delle onde lo permettono.

5. Mirador de Abrante

Il Mirador de Abrante, un punto panoramico con una terrazza in vetro che offre una vista mozzafiato su Tenerife. Sconsigliato solo a chi soffre di vertigini!

6. Parque National de Garajonay

Il Parque National de Garajonay, una foresta di felci ricoperte da muschio e dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Si tratta di una delle principali attrazioni di La Gomera grazie alla bellezza dei suoi alberi di laurisilva che creano un ambiente da fiaba ed ai suoi punti panoramici. I percorsi escursionistici presenti qui sono tanti: indossa scarpe comode e munisciti di mappa! 😉

7. Valle Gran Rey e Playa de Vueltas

Valle Gran Rey, che come ti ho anticipato è la zona più turistica di tutta l’isola, e quindi la più servita, è anche punto di partenza delle escursioni in barca per avvistare i cetacei. Qui vicino si trovano Playa de Vueltas e Playa del Inglés, due belle spiagge dove rilassarsi e godere del sole subtropicale e di tramonti mozzafiato.

8. Silbo gomero

Il Silbo gomero, o fischio de La Gomera, è un antico linguaggio fischiato inventato dai Guanchi, i primi abitanti delle Canarie. Esso veniva utilizzato dai pastori per comunicare a grande distanza attraverso le profonde valli. Il linguaggio impiega 2 vocali e 4 consonanti esprimendo circa 4.000 parole e nel 2009 è stato riconosciuto Patrimonio Culturale Immateriale dall’UNESCO.

La Gomera e Tenerife Sur Whale Watching
Avvistamento cetacei tra Tenerife e La Gomera

E ora che conosci di più quest’isola, leggi il mio articolo su El Hierro!

Se quest’articolo su come organizzare un viaggio a La Gomera ti è stato utile continua a seguirmi per viaggi sempre nuovi! 😉

Lascia un commento