Mar Rosso: Marsa Alam, tra mare e deserto

Marsa Alam è un piccolo villaggio di pescatori sul Mar Rosso.

Diventata una famosa località turistica e balneare a seguito dell’apertura dell’aeroporto internazionale, è apprezzata per le sue spiagge e per la sua barriera corallina.

Situata in prossimità del Tropico del Cancro, dove il Mar Rosso incontra il deserto, è caratterizzata da un clima desertico caldo.
Le temperature massime registrate variano in media dai 22 ai 25 °C nel mese di gennaio e dai 33 ai 40 °C nel mese di agosto.
La temperatura del mare varia annualmente dai 22° ai 29 °C.
Quindi si può valutare una vacanza in questo a Marsa Alam durante tutto l’anno.

Io e Vincenzo abbiamo scelto di trascorrere le feste di Natale proprio a Marsa Alam!

Abbiamo trovato caldo, sole e vento.
In alcuni giorni abbiamo fatto snorkeling molto tranquillamente, in altri abbiamo indossato una muta.


Escursioni a Marsa Alam

Marsa Alam è selvaggia, protetta dal turismo di massa, una meta ideale per chi cerca puro relax.
Ma qui è possibile fare anche delle bellissime escursioni.
Ecco quelle scelte da noi:

  • Escursione in quad nel deserto: a bordo di un quad il divertimento è assicurato, si ammirano bellissimi paesaggi e facendo sosta in una tenda beduina viene offerto il tipico tè al karkadè.
    Il momento migliore secondo me è al tramonto.. cosa c’è di più romantico di un tramonto in mezzo al deserto?
    Un’esperienza indimenticabile!
  • Hamata Islands: isole di sabbia bianca, luogo perfetto in cui rilassarsi stesi al sole, nuotare, fare snorkeling ed incontrare timidi paguri.
    Sono soprannominate “le Maldive dell’Egitto”.. basta guardare la foto qui sotto per capire il perchè!
  • Marsa Nakari: un’incantevole baia protetta dove fare snorkeling ed diving spettacolari!

Altre escursioni proposte:

  • Baia di Abu Dabab: baia famosa per la presenza di tartarughe marine e dugonghi.
  • Sharm El Loly: dicono essere la spiaggia più bella di Marsa Alam!
  • Parco Nazionale di Wadi el-Gemal.
  • Assuan: città situata sulla riva est del fiume Nilo, sopra il Tropico del Cancro, è una delle zone abitate più aride del mondo ed è famosa per le sue cave di pietra; fu fondata con il nome di Syene, che sembrerebbe derivare da un’omonima divinità egizia.

Marsa Alam è meglio di Sharm El-Sheik?

La mia risposta è.. dipende da che tipo di vacanza si cerca!

  • Marsa Alam è selvaggia, ventosa.
    Il mare ha colori stupendi, ma per il resto è tutto deserto, infatti la sera l’unica cosa da fare è rilassarsi nel proprio resort; è quindi una meta per chi vuole una vacanza a base di relax.
  • Sharm El-Sheik è turistica, vivace.
    La sera c’è l’imbarazzo della scelta tra ristoranti, bar, locali, negozi e discoteche; è adatta a chi ama il movimento.

    Per quanto riguarda snorkeling e diving consiglio Sharm El-Sheik, in particolare il Ras Mohammed National Park.

Lascia un commento