Weekend a Palermo: tutto quello che devi sapere

Stai pensando al tuo prossimo viaggio e vorresti trascorrere un weekend a Palermo? Allora sarai felice di sapere che Palermo è la mia città italiana preferita e che vi faccio ritorno sempre volentieri. Nel capoluogo siciliano arte, storia, cultura si fondono in caldo abbraccio. Per non parlare della sua cucina: colori, profumi e sapori si mescolano nelle strade creando inebrianti percorsi olfattivi. In quest’articolo ti fornisco tutte le informazioni utili da conoscere per organizzare al meglio il tuo weekend a Palermo. Lasciati incantare dai tesori architettonici presenti in questa città baciata dal sole. Lasciati avvolgere dalla sua energia vibrante e lasciati catturare dalla sua autenticità.

Weekend a Palermo: Quando andare

Ogni periodo dell’anno è buono per trascorrere un weekend a Palermo. Questa splendida città infatti gode di un clima mediterraneo, con estati calde e secche ed inverni miti. Detto ciò, tieni presente che in estate troverai un gran numero di turisti provenienti da tutto il mondo e che le temperature saranno molto elevate: utilizza la crema solare anche durante la visita della città, non solo in spiaggia. In inverno le giornate sono più brevi e potresti trovare qualche rara giornata di pioggia, ma potrai goderti la città con un’atmosfera più tranquilla e autentica. Potendo scegliere ti consiglio la primavera, per avere giornate più lunghe, e l’autunno, quando la maggior parte dei turisti è tornata a casa e le temperature permettono ancora di fare il bagno in mare.

weekend a Palermo

Come raggiungere il centro città dall’aeroporto di Palermo

Per raggiungere il centro città dall’aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo hai diverse opzioni. Te le riassumo qui di seguito così che tu possa scegliere quella che fa più al caso tuo.

  • Bus, la soluzione più economica che ti porterà a destinazione in meno di un’ora. Controlla sempre bene gli orari!
  • Taxi, una soluzione costosa che ti consiglio solo se hai tanti bagagli e hai l’hotel lontano dal centro.
  • Transfer privato, se desideri una soluzione personalizzata e confortevole. Ti consiglio di prenotare in anticipo il tuo transfer a questo link.
  • Auto a noleggio, ti consiglio di noleggiare un’auto solo se hai in mente di fare un viaggio on the road in Sicilia o comunque nei dintorni di Palermo. Puoi prenotare la tua auto a noleggio a questo link.

Dove dormire a Palermo

Il mio consiglio è sempre quello di soggiornare nel centro storico della città che visitando, in modo da essere vicino ai principali luoghi d’interesse e servizi. Questo vale anche per la bella Palermo: è infatti nel suo centro storico che si trovano la maggior parte delle attrazioni da visitare, oltre a negozi, bar, ristoranti e rosticcerie. Io e Vincenzo abbiamo soggiornato nei seguenti due hotel e ci siamo trovati davvero molto bene:

Trovi tantissimi altri hotel a Palermo a questo link.

Come muoversi in città

Come ti ho anticipato, la maggior parte delle bellezze da vedere a Palermo si trova nel suo magnifico centro storico. Esso è compatto ed è piacevolissimo da girare a piedi, passeggiando lentamente e godendo appieno di ogni scorcio e di ogni istante. Puoi procedere con la tua visita in totale autonomia o se lo preferisci puoi partecipando ad un interessante free tour in compagnia di una guida locale grazie alla quale scoprirai storia e segreti di questa città.

Altre due alternative sono:

Cosa vedere in un weekend a Palermo

Le cose da vedere sono tantissime, la città vanta un immenso patrimonio e potrebbe essere difficile scegliere le attrazioni da visitare in un solo weekend. Per questo motivo ho selezionato una serie di attrazioni a parer mio imperdibili: te le elenco qui di seguito.

  • Piazza Quattro Canti, o Piazza Villena, cuore pulsante della città.
  • Basilica della Santa Vergine Maria Assunta, o Cattedrale di Palermo, principale luogo di culto cattolico della città e sede arcivescovile dell’omonima arcidiocesi metropolitana. La sua imponente struttura è un insieme di stili architettonici diversi che testimoniano la storia di questo edificio.
  • Palazzo dei Normanni, o Palazzo Reale, un’elegante reggia ricca di affreschi e mosaici. Tra i vari appartamenti del Palazzo spicca la Cappella Palatina, chiesa della famiglia reale, completamente decorata con mosaici bizantini.
  • Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, un complesso religioso del VI secolo trasformato in moschea con cupole rosse che ti trasporterà in un’atmosfera esotica. Particolarmente suggestivo il chiostro.
  • Fontana Pretoria, o Fontana della Vergogna, uno dei simboli più rappresentativi di Palermo, considerata una delle fontane monumentali più belle d’Italia.
  • Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, o Chiesa della Martorana, una chiesetta in stile arabo-normanno al cui interno sono conservati i mosaici bizantini più antichi della Sicilia.
  • Chiesa di San Cataldo, una chiesetta con tre cupole rosse, fondata intorno al 1200 ed oggi affidata all’Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.
  • Chiesa, Monastero, Chiostro e Tetti di Santa Caterina, uno dei miei complessi preferiti a Palermo, dai cui tetti potrai ammirare un magnifico tramonto.
  • Teatro Massimo, il più grande edificio teatrale lirico d’Italia ed uno dei più grandi d’Europa.

Se hai a disposizione più tempo leggi il mio articolo a questo link per scoprire altri luoghi da vedere nel capoluogo siciliano.

Cosa mangiare a Palermo

Palermo è tra le cinque migliori città al mondo dove mangiare street food. La cucina di Palermo è da sempre una cucina di strada e consiste in pietanze da gustare per le vie della città. Essa ha subito diverse influenze culturali e questo si riflette anche nel cibo, andando a creare un interessantissimo mix di sapori. Da assaggiare durante il tuo weekend a Palermo ti consiglio:

  • arancine
  • pani câ meusa (panino con la milza)
  • crocché
  • pane e panelle
  • stigghiola
  • spitini

Ma la cucina palermitana non è solo street food. Pasta cche’ Saddi (paste con le sarde), anelletti al forno, caponata, involtini di melanzane, pesce fresco.. avrai l’imbarazzo della scelta! Per non parlare poi dei dolci come granita e brioche, cannoli alla ricotta dolce di pecora, iris fritte e cassatelle. Potrei davvero andare avanti all’infinito: se vuoi approfondire quest’appetitoso argomento ti invito a leggere il mio articolo su cosa mangiare a Palermo a questo link.

street food palermitano

Dove mangiare a Palermo

I luoghi migliori dove mangiare il cibo tipico palermitano sono i mercati storici e i tre principali sono La Vucciria, Il Capo e Ballarò. Qui troverai davvero di tutto: un vero tripudio di colori, odori e sapori a prezzi vantaggiosi! Puoi esplorare questi mercati in autonomia o partecipando ad un tour guidato come questo.

Altri due luoghi dove trovare buoni ristoranti sono via Maqueda e via Vittorio Emanuele.

i mercati di Palermo

Tour di Palermo

In questo paragrafo ti suggerisco quelli che sono i tour più interessanti che potresti fare durante il tuo weekend a Palermo:

weekend a Palermo

Escursioni nei dintorni di Palermo

La città di Palermo è tanto ricca di tesori così come lo sono i suoi dintorni: potrai scoprirli in autonomia o attraverso escursioni organizzate. Qui di seguito ti propongo alcuni dei luoghi che secondo me meritano una visita in giornata vicino al capoluogo siciliano.

  • Mondello, una bella spiaggia di sabbia bianca ed acqua cristallina.
  • Riserva Naturale di Capo Gallo, un luogo di conservazione della natura.
  • Monreale, un borgo Patrimonio Unesco dalla bellezza disarmante. Puoi leggere il mio articolo dedicato a questo link.
  • Cefalù, un bellissimo borgo Patrimonio Unesco affacciato sul mare. Puoi leggere il mio articolo dedicato a questo link.
  • Piana degli Albanesi, un borgo storico situato su un altopiano circondato da montagne che si specchia su un lago. Questo luogo è il centro più popoloso della comunità arbëresh, ovvero italo-albanese.
  • Corleone, un antico borgo inaspettatamente ricco di tesori da scoprire.
  • Bagheria, detta anche “città delle ville” grazie alla presenza di numerose sontuose residenze della nobiltà palermitana del XVIII – XIX secolo.
  • Caccamo, una località famosa soprattutto per il suo castello.
  • Gole di Tiberio, un’oasi naturale fatta di una lussureggiante vegetazione, suggestivi canyon e sorgenti d’acqua.
  • Borgo Parrini, una piccola località super colorata che ti farà sentire come a Barcellona, in Spagna!
  • Castellammare del Golfo, una bella località sul mare.
  • Scopello, un borgo famoso per i suoi faraglioni che creano uno scenario da favola, ancora di più al tramonto.
  • Tempio di Segesta, un magnifico tempio dorico.

Palermo è spesso la prima tappa di un avventuroso viaggio on the road in Sicilia: dai un’occhiata all’itinerario di 14 giorni!

Monreale
Duomo di Monreale
Mondello
Mondello

Cosa comprare in Sicilia

In questo paragrafo ti suggerisco qualche souvenir che potrai acquistare in ricordo del tuo weekend a Palermo:

  • maioliche e ceramiche varie dai colori vivaci con disegni tradizionali;
  • prodotti alimentari tipici come ad esempio dolci, olio d’oliva d’alta qualità, crema spalmabile al pistacchio, capperi, pesto alla trapanese, formaggi;
  • calamite, cartoline o abbigliamento con simpatiche frasi in dialetto siciliano.

Se quest’articolo ti è stato utile nell’organizzazione del tuo weekend a Palermo lasciami un commento qui sotto e continua a seguirmi per altre idee di viaggio. Mi trovi anche su Instagram, Facebook, TikTok e tutti gli altri social. ;)

Lascia un commento